Trasporto cani in auto secondo la legge

Trasporto cani in auto secondo la legge

Trasporto cani in auto secondo la legge è da tenere ben presente per non incorrere in severe sanzioni.

La questione è regolamentata nell’articolo 169 (comma 6) del nuovo Codice della Strada, il quale dice che è possibile trasportare sulla propria auto solo animali domestici a condizione che non costituiscano impedimento o pericolo per la guida. Il concetto è quindi molto ampio ma, andando nello specifico e tenendo conto anche della taglia del cane, ci sono tre diversi sistemi di sicurezza da poter utilizzare per trasporto cani in auto secondo la legge :

TRASPORTINO RIGIDO O KENNEL : è una struttura rigida che può essere di diverse misure a seconda della taglia del cane. Va posizionato ben fissato nel bagagliaio ed è doppiamente sicuro sia per il guidatore che per l’animale in caso di incidente o di brusca frenata.
CINTURA DI SICUREZZA PER CANI : è una imbragatura tipo pettorina da fare indossare al cane, che si fissa alla cintura di sicurezza già presente in auto. Oltre a garantire la sicurezza, permette di slegare il cane con comodità e agganciare l’anello metallico della pettorina ad un qualsiasi guinzaglio senza dover ogni volta togliere l’imbragatura.
RETE DIVISORA PER BAGAGLIAIO : è una rete rigida che deve essere ben sistemata per separare l’abitacolo dal bagagliaio, dove il cane può stare liberamente. La rete divisoria, se fissata in modo permanente, deve essere omologata ed autorizzata dalla Motorizzazione Civile.

Teniamo ben presente quanto ho detto sopra, perchè le violazioni all’articolo 169 del Codice della Strada sono punite con una sanzione amministrativa che va € 68,5 a € 275,10 oltre al decurtamento di 1 punto dalla patente di guida.

Ed ora non mi rimane altro che augurare a tutti un buon viaggio con i vostri animali domestici 🙂

Consiglio la visione di questo interessante video

ed altri Centinaia di trasportini: trasportino per cani

The following two tabs change content below.

Alessandra Lunatici

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *